Ponte Nuovo (sec XX)

Detto anche “ponte di Giolitti” fu costruito nel 1914 durante l’amministrazione di Vittorio Caldo con il fattivo e puntuale interessamento di Giovanni Giolitti, l”uomo di Dronero”. Vi si contempla un ampio panorama, fonte costante di ispirazione per pittori e fotografi. Nel 1947 l’arciprete Don Raviolo vi fece porre la statua della Madonna che aveva protetto la città durante i terribili giorni della Resistenza. Dronero è conosciuta come la città dei due ponti, proprio per questi due che sorgono vicini. Piccole scalette prima e dopo il ponte nuovo immettono nel Borgo Sottano o Borgo di San Rocco.

via G.Giolitti