Portici Medievali (sec. XV)

Le zone porticate o “strada coperta”, esempio del rapporto tra architettura e vita quotidiana, tipico del medioevo, si sviluppano lungo l’antica “Contrada Maestra” (Via Giolitti) e la “Carrera Magna” (Via Torino).Sono’ tutt’oggi quasi inalterate rispetto alla visione che ne dà il Theatrum Sabaudiae del 1682, nonostante demolizioni e tamponamenti dovuti a trasformazioni e rimaneggiamenti quali la realizzazione della Piazza antistante la Parrocchia, la rettifica viaria della stessa Via Giolitti e da vari interventi architettonici su singoli edifici. La differente struttura di volte e pilastri rende individuabili gli interventi che si sono succeduti specialmente dalla fine del 600 a tutto l’800. Significative, sulle arcate medioevali, le colonne in pietra con capitelli gotici scolpiti con motivi vegetali, stemma dei “Saluzzo” e, come per le decorazioni della Loggia del Grano, anteposto il monogramma JHS (Jehsus).

Via Giolitti – Via Torino