Percorsi

TREKKING

PERCORSI DI BREVE PERCORRENZA

Da Dronero, è possibile raggiungere a piedi il Comune di Villar San Costanzo dove si trovano alcune tra le più importanti emergenze culturali e naturistiche della Valle Maira: la parrocchiale di San Pietro in Vincoli con la Cripta di San Giorgio magnificamente affrescata con dipinti quattrocenteschi, la Riserva Naturale dei “Ciciu del Villar”, curiosi fenomeni erosivi costituiti da lastre di gneiss appoggiate su colonne di terreno erose dalle precipitazioni ed il Santuario di San Costanzo al Monte, uno degli esempi di architettura romanica più antichi della Provincia di Cuneo. Nel vicino comune di Roccabruna, inizialmente su strada e poi su sentiero, è possibile raggiungere il sito archeologico delle “Coppelle del Monte Roccerè”, esempio di arte rupestre dell’Età del Bronzo.
Altri interessanti siti si trovano lungo il tracciato dei Percorsi Occitani o su deviazioni ad essi collegati.
Tutte le informazioni sono reperibili presso l’ufficio IAT Valli Maira e Grana, iatvallemaira@virgilio.it

I PERCORSI OCCITANI

I Percorsi Occitani sono il circuito escursionistico più frequentato della valle Maira. Dalla pianura di Villar San Costanzo tocca in quota tutti i comuni della valle sulla destra e sinistra orografica del Torrente Maira. Lungo il percorso si trovano molteplici strutture per la sosta. Il sentiero è segnalato da pannelli in legno e tacche gialle. Dronero funge da base di partenza ed arrivo.

INTERVALL – TRA MEMORIA E REALTÀ SUI SENTIERI DELLE TERRE DI MEZZO

Nasce da un’idea della Compagnia del Buoncammino. Si tratta di un percorso trasversale ai percorsi occitani che ha come obiettivo il far conoscere maggiormente quei territori tra alta montagna e pianura: le “Terre di mezzo”, per troppo tempo dimenticate dalla frequentazione turistica, e sempre di più attrattive per i praticanti delle discipline outdoor. La rete si sviluppa su sentieri e strade già esistenti che danno la possibilità agli escursionisti, di percorrere a tappe, i luoghi della nostra storia recente più colpiti dallo spopolamento, ma anche quelli che possono offrire maggiori opportunità di fruizione in tutte le stagioni. Oltre che dagli escursionisti infatti il percorso potrà essere frequentato da bikers , passeggiatori a cavallo ed in inverno dagli amanti dello sci nordico. Il tracciato parte dalla Valle Bronda ed arriva fino a Vicoforte Mondovì toccando tutte le Valli intermedie; gli escursionisti che si trovano a Dronero potranno inserirsi nel percorso in località Fatiga, il posto tappa individuato nel nostro Comune. E’ possibile scaricare informazioni e cartine dal sito www.compagniadelbuoncammino.it

CICLOTURISMO

Dronero offre grandi alternative per gli amanti della bicicletta da strada. Per i più preparati ne proponiamo due:
– la prima risalendo la Valle Maira ci conduce ad Elva passando per il suggestivo Vallone (14 km di dura salita)e di qui al Colle di Sampeyre per poi ridiscendere la Valle Varaita e ritornare a Dronero passando dalla Colletta di Rossana. Si percorrono in tutto circa 100km accompagnati soprattutto nella parte alta da un paesaggio meraviglioso.
– la seconda percorre anch’essa per il primo tratto la statale della Valle Maira ma giunta a Ponte Marmora devia sulla sinistra per risalire verso Marmora e di qui prosegue su per il Colle Fauniera per poi scendere al Santuario di Castelmagno e di seguito tutta la Valle Grana fino a Caraglio e di qui a Dronero. Si percorrono circa 85 km di cui una ventina in salita con tratti davvero impegnativi.

Per chi va abitualmente in bicicletta ma non ama le grandi salite altre due proposte :
– la prima prevede la risalita di tutta la valle maira,35 km di leggera salita pedalabile fino ad Acceglio con eventuale prolungamento più impegnativo fino a Saretto o Chiappera. Il ritorno a Dronero anche se in discesa è da pedalare a causa del vento contrario, soprattutto se effettuato nel pomeriggio. In tutta la sgambata su una strada non troppo frequentata si percorrono 60 km in mezzo alla natura.
– la seconda, più breve, scende verso Caraglio passando dalla Frazione Pratavecchia e da qui, sempre su strade secondarie, raggiunge Paschera San Carlo. Si percorre poi un brevissimo tratto della statale 22 della Valle Maira (200 mt.) e si gira verso destra in direzione della fraz.Paniale di Caraglio che si raggiunge dopo una salitina brevissima ma ardua. Un km circa di strada in piano e si raggiunge la Fraz. Bottonasco. Un altro km di falsopiano e si arriva all’inizio della salita di 4 km piuttosto regolare che porta a Montemale. Di qui dopo una veloce discesa si torna a Dronero. Il giro completo non supera i 25 km ma le due salite lo rendono, magari se ripetuto, un buon allenamento.

Infine un percorso tranquillo adatto a tutti e dedicato alle famiglie:
Si parte dal centro di Dronero in direzione Cuneo, passato il Ponte di Dronero alla rotonda si gira a sinistra in direzione Busca e si pedala per 4 km fino alla fraz. Monastero. Passando davanti alla Chiesa della frazione si raggiunge il piccolo cimitero dove parte una strada che costeggia il Maira fino a Dronero: il primo tratto è asfaltato ma dalla torre medioevale (la Torrazza) diventa sterrata. Arrivati a Dronero la strada torna asfaltata, si percorrono alcune stradine secondarie che portano alla Regione Archero, di qui parte un tratto molto bello in mezzo ai castagni che porta fino al Ponte Olivengo e poi, dopo una brevissima salitina, ritorna verso il centro del paese percorrendo tutta la via Senatore Lombardi.
Il percorso è adatto a tutti e, tranne il primo tratto fino a Monastero, è piuttosto tranquillo perché le automobili che vi transitano sono davvero poche.

MOUNTAIN BIKE

Dronero, trovandosi all’imbocco della Valle Maira, offre anche agli amanti della mountin-bike una molteplicità di itinerari davvero notevoli sia dal punto di vista paesaggistico che dal punto tecnico. Ecco alcuni suggerimenti:
– ad esempio, dalla cittadina si può raggiungere in h.1,40 circa il Passo della Piatta passando dalla frazione Archero su un percorso di difficoltà medio-facile, in mezzo a boschi meravigliosi.
-oppure, spostandosi sull’altro versante e passando da Villar San Costanzo, dopo h.1,45 di salita di media difficoltà, si può raggiungere il Colle Liretta ed eventualmente il Santuario di Valmala.
-oppure ancora, per chi vuole mettersi un po’ di più alla prova su un percorso impegnativo di circa h.3,30, arrivare fino a Celle di Macra passando dalla Borgata Margherita.
La Valle offre poi al mondo dei bikers, anche grazie all’ampia rete di strade ex-militari che sono attualmente percorribili, itinerari con difficoltà, pendenze, chilometraggio svariati. E’ possibile trovare alcuni depliant dettagliati presso lo IAT – Ufficio Turistico di Dronero e della Valle Maira.

Da Dronero, inoltre, parte un tracciato, che ricalca il percorso della Dragon Bike, quella che è stata per qualche anno una delle più belle e rinomate Gran fondo di mtb. Le informazioni sono reperibili sul sito www.triangolodoromountainbike.org